HEVELIUS Johannes (1611-1687)

-

MACHINAE COELESTIS PARS PRIOR; ORGANOGRAPHIAM SIVE INSTRUMENTORUM  ASTRONOMICORUM OMNIUM, QUIBUS AUCTOR HACTENUS SIDERA RIMATUS, AC DIMENSUS EST, ACCURATAM DELINEATIONEM, ET DESCRIPTIONEM...

Specifiche

  • Autore:

    HEVELIUS Johannes (1611-1687)

  • Titolo:

    MACHINAE COELESTIS PARS PRIOR; ORGANOGRAPHIAM SIVE INSTRUMENTORUM  ASTRONOMICORUM OMNIUM, QUIBUS AUCTOR HACTENUS SIDERA RIMATUS, AC DIMENSUS EST, ACCURATAM DELINEATIONEM, ET DESCRIPTIONEM...

  • Luogo: GEDANI (DANZIG)
  • Editore: AUCTORIS TYPIS, & SUMPTIBUS, IMPRIMEBAT SIMON REINIGER
  • Data: 1673
  • Formato: I volume di 2, In-folio (345x220mm)
  • Cfr. Bibliografico: Cfr. Brunet III, 149; BL German 1601-1700, H-1030; Dibner, Heralds 10; Norman 1068 (volume I).

Prezzo: € 54.000,00



Descrizione prodotto

Legatura coeva in piena pergamena rigida con unghie; autore e titolo manoscritti al dorso. Al contropiatto anteriore, tracce di ex-libris " David P. Wheatland (1898-1993)  Harvard Collection"; al verso della carta di guardia anteriore, tracce di scollamneto di un'ampia etichetta. Occhietto; magnifica antiporta figurata incisa da Jeremias Falck su invenzione di Adolf Boÿ, integrazione del  margine inferiore di ca. 1 cm e di quelo laterale interno di ca. 2 cm, probabilmente proviene da altro esemplare; frontespizio  con, al verso, antica etichetta con monogramma inciso; 8 pagine non numerate per dedica a Luigi XIV e indice dei capitoli;  alla prima pagina, testatina e capolettera incisi; alla sesta pagina  incisione in tondo dedicata a un insolito soggetto propagandistico: dalla corona reale sorretta da ali d'aquila e sormontata da un angelo annunciatore, una cascata di monete auree  inonda gli strumenti astronomici usati dall'autore; 464 pagine numerate; mancanza del foglio di guardia posteriore. All'interno, 30 magnifiche tavole incise fuori testo da  Isaak Saal su invenzione di Andreas Stech; 5 di esse sono a doppia pagina.   Prima rara edizione  del primo volume su due  del cleberrimo  Machinae Coelestis di Hevelius.  L'opera  descrive l'apparato astronomico dell'osservatorio di Hevelius a Gdansk, che fu, fino  all'incendio  del 1679, la meglio equipaggiata del suo tempo. Hevelius era un progettista, fabbricante e fornitore di strumenti astronomici altamente qualificati, e le tecniche per la loro  produzione  sono  molto dettagliati nella sua opera in esame. Queste rappresentazioni, in particolare quelle sui telescopi, erano di  grande interesse per i suoi contemporanei. Il secondo volume dell'opera, in gran parte dedicato ai dati osservazionali, è estremamente raro a causa di un incendio del 26 settembre 1679 che ha distrutto l'osservatorio, la tipografia, la casa di Hevelius e la maggior parte delle copie del volume II appena stampato. Le stime del numero di copie esistenti variano e solo 15 possono essere tracciate in tutto il mondo: Norman afferma che "meno di 100 copie del secondo volume sopravvivono"; Brunet (descrivendolo come très-rare) nota che Joseph de Lalande conosceva solo 34 copie; e Heralds afferma che "appena una dozzina di copie ... sopravvissute al fuoco". Forse per la stessa ragione gli esemplari del primo volume sono altrettanto rari. Esemplare in buone condizioni complessive; oltre al frontespizio rimarginato, carte B1 e B2 montate su linguetta; piccola lacuna risarcita da restauro al margine inferiore della carta Z4; la tavola X rifilata ai margini  e quindi più corta di qualche centimetro rispetto al testo; rari forellini di tarlo alle ultime 3 carte; qualche traccia di sporco o arrossatura.  Le tavole appaiono fresche e ben incise. Contemporary vellum, manuscript title on spine (some tiny wormholes, spine ends lightly split and chipped, corners lightly bumped). (12), 464. Half-title, additional allegorical engraved title, 30 engraved plates of astronomical instruments, 5 are double-page mounted on stubs. FIRST EDITION of the first volume of Machinae Coelestis. It describes Hevelius’ techniques for constructing various types of open-sight instruments, including quadrants, sextants, octants and telescopes, all illustrated in magnificent folio copperplate engravings. Of particular interest to his contemporaries was the section on the long-focus telescope, invented by Huygens in the 1650 and used by him to discover Saturn’s rings and the great Orion nebula…The second volume was published in 1679. Most of the edition perished the same year in the fire that destroyed Hevelius’ observatory, and fewer than 100 copies of the second volume survive’ (Norman). Engraved title remargined at bottom margin, engraved title, title and B1-B2 mounted on stub, some light occasional soiling and browning, few small stains, small repair in bottom margin of Z4, plate X tipped in and cut to margins, plate AA with old crease, few tiny wormholes in final 3 leaves of index. Nice copy. Provenance: David P. Wheatland (1898-1993; Harvard Collection release stamp)

PERIZIA ONLINE

Hai un libro antico oppure un'opera d'arte e vuoi conoscerne il valore?

News

AMSTERDAM INTERNATIONAL ANTIQUARIAN BOOK FAIR -...

Il Cartiglio is pleased to announce its participation at the Amsterdam...

30 Settembre 2017

2017 LONDON INTERNATIONAL ANTIQUARIAN BOOK FAIR

La Libreria Il Cartiglio è lieta di annunciare la sua partecipazione...

01 Giugno 2017

© 2016 - Libreria Antiquaria Il Cartiglio di Roberto Cena & C. S.n.c. - P.IVA 10201200010 | Credits

Ricerca per prezzo

Ricerca per categoria